slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow

Vous êtes ici

Il valore delle cose e il volore delle persone

à Turin, 30 nov. - 2 déc. 2017

sala lauree della scuola di scienze umanistiche via s. ottavio 20

Il convegno aronta il rapporto fra il valore alle cose e il ruolo delle persone, tra lo scambio economico e i sistemi di valutazione sociale delle persone. L’intersezione di queste due forme di classicazione è costitutiva del concetto di economia nel mondo antico e moderno, in cui convergono sia processi di accumulo e distribuzione controllata delle risorse sia processi di denizione delle persone in base al loro ruolo «economico», vale a dire alla capacità di agire nel sistema di scambio dei beni all’interno di comunità politiche.

programme:

Giovedì 30 novembre ore 15
Saluti: Adele Monaci (Direttrice del Dipartimento di Studi Storici - Università di Torino)
Introduzione: Massimo Vallerani (Università di Torino)

Michael Jursa (Università di Vienna)
La casa, il casato e lo stato: principi di scalità nell'impero neo-babilonese
Elena Devecchi (Università di Torino)
Il valore del lavoro: il sistema delle razioni nella Mesopotamia di epoca cassita
Maurizio Viano (Università di Torino)
Quando il lavoro non è quanticabile: il caso dei contratti amelutu da Emar
• Discussant: Walther Sallaberger (Università di München)

Veronique Chankowski (Université de Lyon)
L'établissement de la valeur dans la pensée économique grecque
Daniela Marchiandi (Università di Torino)
Meteci nei rendiconti dell'Eretteo: valore delle prestazioni d'opera versus valore sociale degli individui
Gianluca Cuniberti (Università di Torino)
Multe e indennizzi quali indicatori del valore delle cose e delle persone
• Discussant: Giovanni Marginesu (Università di Sassari)

Venerdì 1 dicembre ore 9
Jerome Maucourant (CNRS – Lyon)
Valeur ou prix des êtres et des choses : un point de vue institutionnaliste
Cristiano Viglietti (Università di Siena)
Ordini di cose e persone a Roma tra VIII e V secolo a.C.
Marco Maiuro (Università di Roma La Sapienza)
Patrimonio, reddito, scalità tra età repubblicana ed età imperiale
Mattia Balbo (Università di Torino)
La censura romana nel II secolo a.C. tra ideologia ed economia
Barbara Abatino (Università di Amsterdam)
La clausola 'si rationes reddiderit' nella manumissio del servus
Sergio Roda (Università di Torino)
Forze produttive, poteri contrattuali e valore sociale dei lavoratori tra alto e tardo impero
• Discussant: Dario Mantovani (Università di Pavia)

Venerdì 1 dicembre ore 15
Sara Menzinger (Università di Roma3)
Tra res e persona: le teorie scali nella cultura giuridica bassomedievale
Armand Jamme (CNRS-CIHAM, Lyon)
Fiscus et Christus da Cencio a Babilonia: costruzione di una scalità ponticia e valore della cura
Clement Lenoble (CNRS- CIHAM, Lyon)
Prezzi e obbligazioni: valore delle cose e rapporti di potere nel tardo medioevo (secc. XIII-XV)
Massimo Vallerani (Università di Torino)
Il valore dei cives: la denizione del valore nell’estimo di Bologna del 1315
• Discussant: Giacomo Todeschini (Università di Trieste)

Sabato 2 dicembre ore 9,30
Marta Gravela (Università di Torino)
Stime economiche e stima sociale negli estimi delle città italiane (secoli XIV-XV)
Michela Barbot (CNRS)
Le procedure di stima fra teoria e prassi giudiziaria (Francia e Italia, XVII-XVIII sec.)
Jean Yves Grenier (EHESS – Paris)
La valeur des économistes n'est-elle qu'économique? (à propos des économistes préclassiques du XVIIIè siècle)
Cecilia Carnino (Università di Torino)
“Necessità", "comodo" e "superuo" nella scalità del Triennio rivoluzionario. Capacità contributiva, appartenenza alla nazione e prosperità pubblica
• Discussant: Renata Ago (Università di Roma La Sapienza)

Colloque international
Jeudi 30 Novembre 2017 - Samedi 2 Décembre 2017
Turin, Italie