slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow slideshow

Vous êtes ici

« Ben più del denaro » Il diritto della moneta, la sua sovranità, le sue funzioni

École française de Rome / CNRS – UMR 5648 - CIHAM / Università degli studi di Trieste / Dipartimento di Studi Umanistici
Programme: Le Laboratoire politique et social italien
Seminario internazionale di studio
« Ben più del denaro »
Il diritto della moneta, la sua sovranità, le sue funzioni

Roma, 13-14 aprile 2015
École française de Rome – Piazza Navona, 62 – 00186 – Roma

ORGANIZZAZIONE SCIENTIFICA
Paolo Evangelisti, Archivio storico della Camera dei deputati, Grup de Recerca Consolidat en Estudis Medievals, Facultat de Lletres, Universitat de Lleida
CONTACTS
École française de Rome
Stéphane Gioanni, Directeur des études médiévales
Grazia Perrino, Secrétariat des études médiévales
secrma@efrome.it

 

La moneta pensata nella sua dimensione istituzionale e nella sua funzione economica da un professionista della povertà volontaria, da un francescano della seconda metà del XIV secolo, costituisce l’innesco di questo seminario. La riflessione sulla natura e la funzione della moneta, sull’utilità del denaro affrontate nei capitoli dell’opera da cui il seminario prende l’avvio, produce in effetti esiti di grande rilievo, innanzitutto politologico. Chi esercita la sovranità, il controllo sul valore e la circolazione monetaria ? La maiestas è un attributo, un carattere coessenziale del princeps, o non è piuttosto una prerogativa della moneta istituita, inventata per lo scambio e la giustizia nella polis ? Nel loro complesso tali questioni toccano molteplici aspetti di quella che diverrà la riflessione economica della prima Età moderna ed anche la dogmatica monetaria messa in forma a partire da Bodin, Copernico, Locke e Galiani, ma nel testo francescano la moneta assume un ruolo ancora più importante: essa è l’oggetto attraverso il quale si riflette sul concetto stesso di potere e su quello di sovranità. Un nodo centrale della ‘dottrina
monetaria’ eiximeniana che può essere riletto anche in un confronto a distanza con la teoria che fonda il sistema noto come fiat money. A questo ambito di riflessioni si aggiunge una sfera di analisi sintetizzabile in una domanda chiave: come si usa la moneta per farne il volano di un arricchimento diffuso, comunitario? Sono i quesiti di fondo che offrono al seminario un terreno di confronto ideale.
In questo quadro l’incontro seminariale sarà anche la sede di presentazione della collana Rei Nummariae Scriptores (Edizioni Università di Trieste). Un autentico progetto culturale che intende rendere disponibili al lettore moderno i testi che hanno discusso lo statuto della moneta, non solo dentro i confini dell’Europa occidentale, tra XIV e XVII secc. Il progetto è inaugurato dalla traduzione, con testo originale a fronte, dei capitoli di Francesc Eiximenis dedicati alla moneta nel suo Dodicesimo libro del Cristiano. Il testo è preceduto da un’ampia analisi introduttiva volta ad inquadrare la riflessione dell’autore francescano nella sua più generale visione economico-istituzionale e nell’ambito della cultura europea che la alimenta.

 

Lunedi 13 aprile
15.30
Stéphane GIOANNI (EFR)
Saluto introduttivo
Paolo EVANGELISTI (Archivio storico della Camera dei deputati)
Introduzione

Moderatore : Giuseppe DI LEO, giornalista
Bruno CALLEGHER (Università di Trieste)
Rei Nummariae Scriptores. Teorie monetarie ed economiche prima di Adam Smith: non fu proprio una preistoria
Mario ASCHERI (Università Roma Tre)
Spunti giuridico-istituzionali nei capitoli del Dotzè del Crestià intorno alla moneta
Discussione e pausa
17.00
Giacomo TODESCHINI (Università di Trieste)
Calcolare il mondo. La moneta come strumento cristiano di organizzazione sociale
Giuliano MILANI (La Sapienza Università di Roma)
Conflitti sulla moneta a Bologna nel Duecento
Discussione


Martedi 14 aprile
9.30
Moderatore : Mary MALONE, Rettore Magnifico della Pontificia Università Antonianum
Roberto LAMBERTINI (Università di Macerata)
Danarii et pecunia: alle origini della riflessione francescana sulla moneta
Clément LENOBLE (CNRS, CIHAM-UMR 5648)
Le gouvernement de la monnaie: valeur et société à la fin du Moyen Âge
11.00
Luciano PALERMO (Università della Tuscia)
Teorie monetarie e funzione economica della moneta nel XIV secolo
Leonardo SILEO (Pontificia Università Urbaniana)
Le monete nel mercato naturale e nel mercato innaturale. Esiti di aristotelismo tra XIII e XIV secolo
Gérard DELILLE (CNRS-EHESS)
De l'esprit de la monnaie Discussione e pausa

Discussione conclusiva
Con l’intervento di Paolo EVANGELISTI, autore dell’analisi introduttiva e traduttore dei capitoli del Dodicesimo libro del Cristiano, Edizioni Università di Trieste, 2014 (Rei Nummariae Scriptores, 1).

Journées d'étude
Lundi 13 Avril 2015 - Mardi 14 Avril 2015
Rome, Italie

Rome, École française de Rome, Piazza Navona 62